Quando pensiamo all’oggetto più rappresentativo di un bebè senza dubbio ci viene in mente il ciuccio assieme al biberon. I ciucci sono uno degli oggetti più acquistati quando arriva un figlio o una figlia. Ciò nonostante, non sono oggetti indispensabili o obbligatori, ma hanno numerosi benefici e in pratica tutti i neonati li usano.

Questo oggetto serve principalmente per sostituire il seno materno, più nello specifico il capezzolo, e risulta essere un gran calmante per i neonati. Ciò nonostante, come qualsiasi cosa, ha i suoi vantaggi e svantaggi, per questo è fondamentale usarlo al momento giusto e comprare il più indicato per il nostro bambino.

Le cose più importanti in breve

  • I ciucci sono uno dei prodotti più utilizzati dalle famiglie con neonati da numerose generazioni. Questi oggetti servono a calmare il bebè a cui viene messo in bocca una tettarella che simula la forma del capezzolo materno. Anche se comporta altri benefici, come ridurre il rischio della Morte Improvvisa del Lattante.
  • Esistono numerose varianti in commercio, dobbiamo quindi concentrarci nei materiali di cui è fatta la tettarella: lattice e silicone; nella sua forma: a ciliegia, fisiologica o anatomica; nel suo design: deve avere fori di ventilazione; e nella sicurezza del prodotto: bisogna acquistare quello adatto all’età del neonato.
  • Abbiamo selezionato i ciucci migliori e più venduti per farti conoscere le loro caratteristiche e il prezzo. Tra questi, troverai marchi famosi come la Avent, la MAM e la Chicco, senza dubbio tra i migliori in rapporto qualità-prezzo.

Classifica: I migliori ciucci sul mercato

Al momento dell’acquisto dobbiamo tenere in considerazione alcuni elementi per rendere effettiva la sua funzione calmante ed evitare rischi di ogni tipo. Esistono ciucci di diverse misure, forme e materiali, per questo abbiamo indagato per trovare le migliori opzioni sul mercato fornendone le caratteristiche principali, oltre alle recensioni di chi li ha acquistati.

Posto nº1: NatureBond

NatureBond propone un ciuccio per alimenti con tettarella forata ed intercambiabile, al cui interno è possibile introdurre piccoli pezzi di frutta, verdura o cibo secco. Il prodotto è certificato come privo di BPA, Piombo o altri elementi potenzialmente nocivi. La confezione offre due ciucci e tre coppie di tettarelle di grandezza diversa.

Gli acquirenti sono generalmente entusiasti del prodotto, elogiandone utilità, praticità, prezzo e sicurezza. Lo smontaggio del ciuccio potrebbe non essere intuitivo ed il lavaggio un po’ difficoltoso, ma sono difetti comprensibili e che non ne intaccano la funzionalità. È inoltre apprezzata la presenza di tettarelle ricambio pronte all’uso.

Posto nº2: Philips AVENT

Il ciuccio Philips AVENT dispone di una tettarella anatomica in silicone che non ostacola lo sviluppo del palato e la formazione dei dentini. Privo di PVC e BPA, è un ciuccio inodore ed insapore, ed è lavabile in lavastoviglie. Il manico fluorescente lo rende facilmente visibile anche al buio, e dispone inoltre di un cappuccio protettivo.

Chi lo ha acquistato è si ritiene soddisfatto del prodotto, definendolo robusto e duraturo, ma allo stesso tempo morbido e confortevole. Non piacerà a tutti i bambini, è comprensibile. La fluorescenza del manico sembra non essere particolarmente forte, rendendone l’individuazione notturna meno pratica del previsto.

Posto nº3: Chicco Gommotto Physio

Il gommotto Physio di Chicco è realizzato in caucciù, un materiale morbido e naturale. La forma della tettarella è modellata sulla base del seno materno, mentre lo scudo ha una forma leggermente arrotondata per il massimo comfort. Dispone di fori per una ventilazione ideale.

Il ciuccio sembra essere apprezzato tanto dai bambini quanto dalle mamme, che ne elogiano la semplicità e la morbidezza, grazie all’assenza di parti in plastica dura. Tuttavia qualcuno segnala come il caucciù non sia un materiale inodore, circostanza che potrebbe rendere l’infante meno incline a tollerarlo.

Posto nº4: MAM Air 226311

Il ciuccio MAM Air offre un design semplice e tondeggiante, con tettarella simmetrica in silicone antiscivolo e particolarmente morbida. Il manico è sostituito da un bottone poco ingombrante, ma facile da acchiappare. La confezione include, oltre ai due ciucci, anche una pratica confezione in plastica rigida.

È opinione comune tra gli acquirenti che i MAM Air siano apprezzati da qualsiasi bambino. La confezione offre ciucci di colore e fantasia casuali, cosa non sempre accolta con entusiasmo. L’unico difetto evidenziato è che il ciuccio tende ad usurarsi particolarmente in fretta una volta spuntati i primi dentini.

Posto nº5: Nuk Genius

Il Nuk Genius è un ciuccio con tettarella in silicone leggermente ricurva e rivolta all’insú, quindi asimmetrica. È progettato per consentire al bebè la massima libertà di movimento della lingua, e favorirne al contempo il corretto sviluppo palatale. Il manico è ampio e richiudibile.

Il parere di chi ha acquistato il Nuk Genius è estremamente positivo. Non vengono evidenziati particolari pregi né difetti, ma è comunque ritenuto comodo e resistente. La confezione in cartone morbida potrebbe arrivare danneggiata, ma vista la natura del prodotto esso verrebbe difficilmente danneggiato.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui ciucci

Come detto in precedenza, troviamo diversi modelli di questo prodotto in commercio ed è strettamente necessario selezionare il più idoneo per il nostro piccolo così da non correre alcun tipo di rischio. Di seguito, potrai conoscere le informazioni base su questo prodotto comunemente usato per i neonati da tutte le famiglie.

ciuccio-prima-xcyp1

È fondamentale sapere che l’uso prolungato del ciuccio può provocare più rischi che vantaggi, per questo bisogna selezionare il ciuccio adatto al periodo di crescita e buttarlo quando non è più necessario.
(Fonte: Anna Grigorjeva: 37732548/ 123rf.com)

Cosa sono i ciucci?

I ciucci sono oggetti che simulano la forma del capezzolo materno e servono a calmare il neonato come funzione principale, anche se ci sono altri vantaggi come evitare la morte improvvisa del lattante. Questi oggetti non sono indispensabili o obbligatori, ma è tra quelli più acquistati con l’arrivo di un neonato in famiglia.

In inglese la parola ciuccio si dice pacifier (pacificatore), che indica chiaramente la funzione di sostituire il seno materno che il neonato succhia per calmarsi.

foco

Sapevi che questo prodotto viene usato da molti anni, anche se anticamente si usava una bambola di pezza inzuppata nell’acqua zuccherata?

Che vantaggi e svantaggi comporta l’uso del ciuccio?

Come detto in precedenza, la maggior parte delle famiglie usa i ciucci, ma in realtà non sono così necessari per il bambino, poiché la principale fonte di tranquillità del bambino è il seno materno. Ciò nonostante, in alcune occasioni è possibile calmarlo in questo modo, come in macchina ad esempio. Tutti dobbiamo conoscere i seguenti aspetti:

Vantaggi Svantaggi
Sono tranquillanti e calmanti tramite la ciucciata. Possono interferire con l’allattamento materno, per questo si raccomanda l’uso del ciuccio dopo lo svezzamento.
Data questa funzione, aiuta a farlo dormire più velocemente. Può diventare un vizio del piccolo la necessità di usarlo.
Riduce il rischio della Sindrome della Morte Improvvisa del Lattante, dato che favorisce la corretta posizione della lingua e della respirazione. Se usato in forma scorretta (tettarella troppo grande o uso prolungato) può provocare problemi ai denti.
Aiutano a calmare il dolore dei denti che spuntano, visto che il neonato può morderlo con le gengive.

Fino a che età si raccomanda l’uso del ciuccio?

È fondamentale sapere che l’uso prolungato del ciuccio può provocare più rischi che vantaggi, per questo bisogna selezionare il ciuccio adatto al periodo e buttarlo quando non è più necessario. Come prima cosa, se il neonato lo respinge non bisogna insistere nell’uso, come già spiegato, non è fondamentale.

Con la crescita del bambino dobbiamo gestire l’uso di questo prodotto, è consigliato lasciarglielo durante il riposino o durante la notte e non di giorno fino al primo anno. Dopo è indicato ritirarlo e al massimo usarlo fino all’arrivo dei tre anni, non di più perché comporterebbe dei rischi.

ciuccio-prodotto-xcyp1

Il design deve evitare irritazioni, con bordi arrotondati e adatti alla bocca del neonato, con tettarella adeguata e fori di ventilazione.
(Fonte: Jimmy Lopes: 2296489/ 123rf.com)

Che tipo di ciucci esistono?

Possiamo classificare i ciucci in vari modi, ma uno di questi è basato sulla forma della tettarella. Possiamo trovare tre tipi diversi, che abbiamo organizzato e descritto nella seguente tabella per rendere più facile distinguerli al momento di comprare un ciuccio per il tuo bebè:

Tipi di tettarella Descrizione
Tettarella anatomica A forma di goccia, simile alla forma del capezzolo materno e si adatta bene al palato.
Tettarella fisiologica Piatta e simmetrica,non preme sul palato ma è meno simile al capezzolo.
TTettarella a ciliegia o rotonda Totalmente sferica, la più comune fino ad ora.

Da cosa sono formati i ciucci?

Possiamo trovare due materiali principali per la fabbricazione dei ciucci per neonati. In primo luogo, ci sono quello formati da gomma e lattice, materiale naturale di colore ambrato che crea un prodotto morbido e soave. La sensazione è simile a quella del capezzolo materno e resiste di più ai morsi.

In secondo luogo, abbiamo quelli fatti partendo dal silicone, che risulta più rigido dei precedenti, dura più tempo ma resiste meno ai morsi. A discapito di questa caratteristica, si sta lavorando per renderlo al tatto sempre più simile al seno materno. Il suo colore caratteristico è trasparente.

Che raccomandazioni sull’utilizzo hanno i ciucci?

Abbiamo già osservato che le opinioni sull’utilizzo o meno del ciuccio sono varie, visto che come tutto ha i suoi vantaggi e svantaggi. Senza dubbio è la preferenza del bambino ciò che conta in questo caso, e che i genitori sappiano dargli un buon prodotto. Per loro abbiamo compilato alcune raccomandazioni:

  • Non dare il ciuccio finché l’allattamento non è ben avviato, approssimativamente dopo il primo mese di vita.
  • Darlo al bebè per fare il riposino o dormire la notte, il resto del tempo consolarlo in altro modo, preferibilmente col seno e con amore.
  • Se il neonato lo rifiuta, non imporlo.
  • Quando vediamo segni di malformazione toglierlo immediatamente, come massimo si raccomanda ogni due mesi.
  • Lavarlo spesso per evitare infezioni, usare diversi ciucci e non sempre lo stesso.
  • Usarlo il meno possibile, al massimo fino ai tre anni, preferibilmente eliminarlo prima dei due anni.
  • Non lasciarlo vicino a fonti di calore o al sole, si rovinano le tettarelle.
  • Non usare cordini o cinturini per tenerli, solo appenderli con spille adatte.
Associazione Spagnola di Pediatria

“L’uso del ciuccio è comune nelle società sviluppate, visto che calma il pianto di un neonato, aiuta a conciliare il sonno, riduce lo stress e i dolori nei processi di crescita, situazioni che provocano ansia e preoccupazione nei genitori”.

Criteri di acquisto

Una volta conosciute le informazioni base di questo prodotto è necessario fare attenzione a certe cose prima di comprarlo. Questi punti sono necessari per prendere il ciuccio adatto che compia le sue funzioni di consolazione per il neonato. I criteri fondamentali di acquisto sono i seguenti:

  • Età consigliata
  • Materiali
  • Design
  • Sicurezza
  • Tettarella

Età consigliata

È necessario prima di acquistare un ciuccio, e in generale per qualsiasi prodotto per l’infanzia in commercio, fare attenzione all’età di utilizzo consigliata dal produttore. Dobbiamo sempre comprare quello adatto al periodo di vita di nostro figlio perché la forma e la dimensione saranno adatti alle sue misure e saranno sicuri per la sua salute.

In caso contrario, comprare un ciuccio più grande può provocare problemi ai denti, danneggiarlo o anche mettere a rischio la sua salute. Questo prodotto per l’infanzia è presente quasi in tutte le famiglie, ma non deve essere preso alla leggera, bisogna usare quello giusto per ogni momento.

ciuccio-particolare-xcyp1

La misura della tettarella deve essere adatta all’età del nostro bambino.
(Fonte: 罗 宏志: 18870828/ 123rf.com)

Materiali

Quando parliamo di quali materiali formano un ciuccio possiamo distinguere tra quelli della tettarella e quelli dello scudo. Come abbiamo già visto per la tettarella, abbiamo il lattice, più resistente però deformabile, e il silicone, più rigido però meno duraturo. La scelta dipende dai gusti del bambino e della famiglia.

Parlando dello scudo possiamo trovarlo in plastica: è il più comune, deve essere BPA free, di diversi colori, design e forme, anche se solitamente sono rotondi e a forma di farfalla.

foco

Ci sono anche quelli completamente di gomma, con lo stesso materiale della tettarella, che ovviamente son più morbidi.

Design

Riguardo al design, non basta che il ciuccio sia accattivante, ma deve essere un prodotto sicuro. Il design deve evitare irritazioni, con bordi arrotondati e adatti alla bocca del neonato, con tettarella adeguata e fori di ventilazione. Deve avere una maniglia di sicurezza per poterlo afferrare con facilità.

In seguito, se il design e la forma ci danno la sicurezza di cui abbiamo bisogno, possiamo concentrarci su altre cose come la varietà di colori o i disegni che vengono messi al giorno d’oggi. Troviamo dai più basilari fino ai più elaborati, come nel caso del ciuccio MAM della Babyartikel, con delle collezioni accattivanti.

Associazione Spagnola di Pediatria

“I bordi devono essere protetti e arrotondati per evitare tagli o ferite. Il disco del ciuccio deve avere almeno due fori di ventilazione di minimo 4 mm di diametro”.

Sicurezza

Nel criterio precedente abbiamo parlato anche di sicurezza, dato che un buon design è la chiave per ottenere un prodotto adatto al neonato senza alcun problema, ancor di più quando si usa da appena nato. Ricorda che per essere sicuro deve anche essere adatto all’età giusta, alla fase di crescita in cui si trova tuo figlio.

Tettarella

Siamo andati già un po’ a fondo sui tipi di tettarella che possiamo trovare e sulle caratteristiche peculiari, ma torniamo a parlarne perché scegliere la più adatta garantisce sulla sua utilità. La dimensione della tettarella deve essere adeguata all’età del nostro bambino, la forma dipende dalle nostre necessità.

Anticamente si usava la tettarella fisiologica, ma ora è meno raccomandata dato che è dimostrato che quella anatomica favorisce di più l’uscita dei denti. Ciò nonostante, le anatomiche non sono indicate per l’allattamento materno, visto che possono interferire. Dipende dai casi specifici della famiglia e del neonato in particolare.

Conclusioni

I ciucci sono oggetti che simulano la forma del capezzolo materno per calmare o consolare il neonato quando non è possibile farlo in maniera naturale. Non sono un prodotto indispensabile, ma sono i più comuni tra le famiglie. Li possiamo trovare in lattice e silicone principalmente, con tettarelle di forma differente.

Al momento dell’acquisto è fondamentale l’età di utilizzo consigliata, questo ci darà la sicurezza di cui abbiamo bisogno per un uso efficace. Dobbiamo anche fare attenzione a altri fattori come ai materiali, che siamo per esempio BPA free, o al design, che abbia fori di ventilazione e maniglia di sicurezza.

Ci auguriamo che ti sia piaciuto questo articolo sui ciucci e che ti aiuti nel momento di scegliere il più adatto al tuo bambino. Puoi condividere l’articolo e darci la tua opinione lasciandoci un commento!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Mukhina1: 36982917/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
21 Voto(i), Media: 4,00 di 5
Loading...
ZONAGENITORI

Pubblicato da ZONAGENITORI