Uno dei primi dubbi dei futuri genitori è la scelta tra una culla per neonato o un lettino vero e proprio. Qualcuno opta anche direttamente per la carrozzina, per evitare di comprare ulteriori prodotti. In realtà, nei limiti delle possibilità di ogni famiglia (di spazio ed economiche) la culla rappresenta la soluzione ideale per i primi mesi di vita del bambino.

È comoda, leggera, pratica e molti modelli permettono anche di dondolare il neonato. Se anche tu stai ne stai cercando una avrai già notato che ne esistono di tanti tipi e che non è facile decidere quale comprare. Niente paura, nella nostra guida scoprirai non solo le migliori culle sul mercato, ma potrai anche leggere tante utili informazioni che ti aiuteranno a scegliere il giusto prodotto per le tue esigenze e quelle del tuo piccolo. Iniziamo!

Le cose più importanti in breve

  • Normalmente le culle sostengono fino a 9 chili di peso e vengono progettate con un sistema di ruote che agevola gli spostamenti. Le culle più tradizionali sono in vimini con fodera imbottita estraibile per il lavaggio.
  • Le culle non sono adatte per portare il bambino in auto, poiché, non disponendo di chiusure omologate, lo lascerebbero esposto e vulnerabile a qualsiasi frenata brusca della vettura. Per questa funzione, dobbiamo orientarci su culle portatili o seggiolini omologati per neonati, che si possano agganciare al telaio della macchina.
  • Prima di acquistare una culla dovrai considerare alcuni fattori, quali la tipologia, il materiale, la sicurezza, la portabilità, la dimensione, la facilità d’uso e di spostamento, gli accessori. In questa guida, ti illustriamo nel dettaglio tutto quello che devi sapere sulle culle. Leggi con attenzione e fai in modo che il tuo acquisto sia quello giusto per il tuo bambino.

Classifica: Le migliori culle sul mercato

In questa sezione cercheremo di farti conoscere un po’ meglio alcuni aspetti da tenere in considerazione al momento di acquistare una culla, per assicurarti di prendere la decisione più giusta possibile. Di seguito, ti mostriamo le cinque migliori culle che puoi trovare sul mercato: analizzane bene le loro caratteristiche e le recensioni degli utilizzatori, ti aiuterà a capire pregi e difetti di ogni prodotto.

Posto nº 1: Kinderkraft NESTE

La Kinderkraft NESTE ha un telaio in acciaio ed è progettata per bimbi che non superino i 9 kg. La spondina con finestrella a rete è ripiegabile, in modo da avvicinare la culla al letto dei genitori. Sono inclusi un materasso da 90×52 cm con rivestimento ed una borsa a tracolla per il trasporto.

Le recensioni sono molto positive, e concordano sull’ottima qualità della culla e dei suoi componenti. Esteticamente è semplice ma molto bella, ed è sorretta da una struttura apparentemente robusta. Il materasso è anch’esso buono, anche se c’è chi lo giudica un po’ troppo sottile. I piedini sono stabili, ma le ruote sono sprovviste di un sistema di bloccaggio.

Posto nº 2: Chicco Next2Me

La Chicco Next2Me è composta da una struttura leggera e semplice da montare, con rivestimenti rimovibili e lavabili. L’altezza regolabile, i piedini modulabili e la spondina abbattibile rendono la culla perfetta da affiancare al letto. Include un materasso traspirante ed è venduta in 5 diverse colorazioni.

La culla viene giudicata in maniera molto positiva dall’utenza, soprattutto se affiancata al letto. I materiali sembrano buoni e inoltre si smonta e si rimonta in una manciata di minuti, rendendola anche adatta per gli spostamenti fuori casa. Al bimbo offre un comfort ideale, anche se può sembrare un po’ traballante.

Posto nº 3: Honey Bee 51365-02

La culla a dondolo Honey Bee è realizzata con una struttura in legno di facile assemblaggio, ai cui piedi trovano posto due coppie di rotelle con sistema di bloccaggio. Sono inclusi nel prezzo tendina, paracolpi, cucino, materasso e coperte. È adatta a bimbi fino a 24 mesi di età o 10 kg di peso.

Stando alle recensioni, la culla risulta solida e robusta, facile da montare e molto bella esteticamente. Materasso e biancheria a corredo non convincono chiunque, ma ciononostante il rapporto qualità-prezzo dell’acquisto resta molto alto e più che gradito.

Posto nº 4: Waldin 1211-88w

Waldin propone una culla con cappotta e 4 ruote extralarge rivestite in gomma. La superficie d’appoggio è di circa 85×45 cm. La confezione include anche paracolpi, materasso di 4 cm con rivestimento rimovibile, cuscino con federa, e coperta con copripiumino.

Gli acquirenti sono più che soddisfatti della culla Waldin, apprezzandola soprattutto dal punto di vista estetico. L’assemblaggio è rapido e intuitivo, e la struttura appare sufficientemente robusta. Materasso e tessuti vengono invece apprezzati un po’ meno, pur rappresentando una piacevole aggiunta a corredo della culla.

Posto nº 5: Brevi Nanna Oh

La Nanna Oh è una culla a dondolo fabbricata in Italia, con altezza regolabile di 33,5-49,5 cm e materasso da 82,5×49,5 cm. La spondina ribaltabile consente alla culla di essere posizionata di fianco al letto, al quale può essere fissata con le apposite cinghie. Materasso e rivestimento sono sfoderabili, ed è inclusa una borsa per il trasporto.

La culla Brevi sembra piacere molto, anche se qualcuno ha espresso dubbi sulla sua stabilità quando la si fa dondolare. I materiali sono molto buoni, sia per quanto riguarda la struttura rigida che per le parti morbide. I piedini troppo sporgenti non consentono alla culla di avvicinarsi del tutto ai letti con cassettone.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulla culla per neonato

Quando si compra un qualsiasi oggetto destinato a un neonato, è normale avere mille dubbi. Nella sezione che segue cercheremo di rispondere alle domande più frequenti di chi, come te, sta cercando tutte le informazioni possibili sulla culla per neonati.

culla-neonato-prima-xcyp1

La culla è una cesta di vimini o bambù, con manici e a volte un tettuccio, in cui il neonato può dormire. (Fonte: Anna Yakimova: 19338065/ 123rf.com)

Cos’è esattamente una culla?

La culla è una cesta di vimini o bambù, con manici e con spesso un “tettuccio”, ideale per il riposo e il sonno dei neonati nei primissimi mesi di vita. Tuttavia, man mano che il piccolo cresce, è consigliabile trasferirlo in un lettino affinché abbia maggior comodità e libertà di movimento.

Quali tipi di culla esistono?

Inizialmente, la culla serviva alle mamme per avere il loro bambino accanto e poterlo portare con sé con facilità. Per questo, quasi tutti i modelli dispongono di manici per migliorarne il trasporto. Oggi, però, esistono anche tantissimi modelli che non hanno maniglie. Di seguito, vediamo quali tipi di culla puoi trovare e le loro caratteristiche.

  • Culla da viaggio: solitamente confezionata in tela e ripiegabile per essere facilmente trasportata. Occupa poco spazio.
  • Culla con manici: con o senza struttura di supporto. I manici ne permettono il facile spostamento in casa. Di solito sono di vimini o legno.
  • Culla per co-sleeping (attaccata al letto dei genitori): si adatta e si aggancia al letto, in modo che la madre non dovrà alzarsi di notte, bensì avrà il suo bebè accanto senza barriere. È molto utile per le prime settimane di vita, in cui il neonato viene allattato molto frequentemente.
  • Culla a forbice: si piega molto facilmente e occupa pochissimo spazio una volta riposta. È composta da due parti: la culla portatile e l’intelaiatura.
  • Culla con baldacchino: dispone di un telo protettivo nella parte del tettuccio che, oltre ad una finalità estetica, serve ad evitare luci forti, polvere e zanzare durante la notte.
  • Culla a dondolo: il suo sistema di bilanciamento di usa per cullare il bebè mentre si sta addormentando. Una volta che starà dormendo, il dondolio può essere fermato con un sistema di bloccaggio.
  • Culla con ruote: perfetta per essere spostata da una parte all’altra della casa per tenere d’occhio il neonato mentre si è impegnati nelle faccende domestiche. Dispone di freni.

Come deve’essere il materasso della culla?

La maggior parte delle culle include un materasso, ma non tutti sono consigliabili per il tuo bambino. Per questo prima di scegliere un modello devi accertarti che il materasso sia di misura adeguata: se fosse troppo piccolo, al neonato potrebbe risultare particolarmente scomodo dormire nella culla.

Inoltre, dev’essere rigido al punto giusto (né troppo duro né troppo morbido) per garantire la massima comodità al bimbo. Di norma, i materassi già inclusi nell’acquisto di una culla sono troppo sottili, dunque non farà male munirsi di un secondo più spesso perché il piccolo dorma meglio. Se il materasso si adatta al peso e all’altezza del bebè, favorirà la sua crescita.

foco

Sapevi che, secondo quanto dice la Bibbia, Mosè è il nome che venne dato al bambino trovato in una cesta di vimini che galleggiava sul Nilo? Fu messo lì dalla madre nel tentativo di salvargli la vita dopo l’ordine di annegare tutti i neonati nel fiume. Per questo la culla veniva chiamata in passato anche ‘cesta di Mosè’.

Quanto misura una culla?

La misura standard di una culla è di 80 x 40 x 25 cm, benché questa non sia l’unica dimensione disponibile. Le culle con baldacchino e quelle a dondolo sono di solito più grandi e quelle pieghevoli, invece, più piccole. Considera che più grande sarà il prodotto, più tempo potrai utilizzarlo e il bambino potrà dormirci in sicurezza più a lungo.

Quali sono i vantaggi nell’utilizzare una culla?

Acquistare una culla è un’ottima idea, non solo perché è un’opzione sicura e comoda per il neonato, ma anche per i suoi innumerevoli vantaggi rispetto ad altri tipi di lettino. Di seguito, ti spieghiamo perché comprare questo prodotto è una scelta di cui non ti pentirai, trovando il prodotto giusto per le tue esigenze.

  • Occupa pochissimo spazio, perciò è ideale per essere usata in piccole abitazioni. Grazie alle dimensioni ridotte, potrai tenerla a fianco al tuo letto per avere vicino il tuo bimbo durante la notte, sorvegliarlo ed allattarlo.
  • Una culla renderà più semplice prendere il bambino in braccio per calmarlo nel caso in cui pianga, poiché è più alta di un lettino standard.
  • È perfetta per essere spostata nelle varie stanze della casa mentre svolgiamo le faccende domestiche. Molte persone scelgono la culla anche per portarla a lavoro, essendo molto maneggevole grazie alla dimensione e al peso non eccessivi.
  • La culla trasmette al bambino comfort e sicurezza, ricordandogli la pancia della mamma ed un ambiente piccolo e raccolto. In più, anche stiracchiandosi, arriverà ai bordi della culla, sentendosi a proprio agio.
  • È fondamentale nei primi mesi di vita del bebè, perché evita che si giri come potrebbe accadere in un lettino più grande e che si senta non protetto.

Quanto a lungo potrò usare la culla per il mio bambino?

Si consiglia di usare la culla fino ai quattro mesi di età, sebbene ciò sia soggettivo e dipenderà molto dai ritmi di crescita del piccolo. Ma come sapere quando è ora di spostare il bimbo in un lettino più grande? Quando inizia a cercare di girarsi e non ci riesce bene, o quando inizia a usare le mani per tirarsi su, è il momento di portarlo a dormire in un luogo più confortevole e sicuro.

Un buon metodo affinché il passaggio al lettino non risulti troppo brusco è di lasciare il bebè nel lettino durante il giorno, ma continuare a farlo dormire nella culla per le prime notti. In tal modo il bambino riuscirà, pian piano, a familiarizzare con il nuovo letto e non subirà un cambiamento repentino.

culla-neonato-prodotto-xcyp1

Un buon metodo affinché il passaggio al lettino non risulti troppo brusco è di lasciare il bebè nel lettino durante il giorno. (Fonte: Vadim Ivanov: 58238378/ 123rf.com)

Culla, lettino o carrozzina?

Lettino e carrozzina sono entrambe ottime soluzioni per i primi mesi. Comprare l’uno o l’altra dipende dalle necessità di ciascuna famiglia. Per alcuni, una culla è un investimento superfluo, visto che non verrà usata per troppo tempo. Altri genitori la acquistano per dare più comfort al bambino, tenendo la più scomoda carrozzina per gli spostamenti fuori casa. Ecco qui sotto le caratteristiche principali delle tre soluzioni:

Culla Carrozzina Lettino
Dimensioni Occupa meno spazio. È di solito leggermente più grande della culla È ben più grande delle precedenti soluzioni.
Comfort molto confortevole per il neonato. Alcuni modelli sono scomodi se il bimbo ci dorme a lungo Comodi anche se essendo grandi offrono meno comfort ai piccoli che amano sentirsi ‘raccolti’.
Trasporto Facile da trasportare grazie ai manici. Perfetta per portare a spasso il neonato Si sposta perché ha le ruote, ma essendo ingombrante non è molto pratico per cambiare stanza.
Durata dell’uso Breve. Breve. Anche fino ai 2 o 3 anni.

Criteri di acquisto

Se stai pensando di cambiare la tua culla, o non ne hai ancora una e non sai quali criteri considerare, questa sezione è per te. Prendi nota per assicurarti di scegliere bene. Esiste una serie di aspetti fondamentali a cui pensare prima di acquistare: di seguito ti diciamo quali.

  • Tipo di culla
  • Materiale di fabbricazione
  • Sicurezza
  • Facilità d’uso e portabilità
  • Dimensioni
  • Accessori
  • Spostamenti

Tipo di culla

Devi conoscere le dimensioni della tua casa per sapere che tipo di culla acquistare. Se non è molto spaziosa, una culla troppo grande ti sarà d’impiccio nel raggiungere il tuo bambino al momento di accudirlo. Al contrario, una culla con le ruote è adatta a case grandi. In ambienti molto piccoli, una culla pieghevole sarà l’acquisto ideale.

culla-neonato-xcyp1

Devi conoscere le dimensioni della tua casa per sapere che tipo di culla acquistare. (Fonte: Vadim Ivanov: 58238382/ 123rf.com)

Materiale di fabbricazione

Una culla può essere fatta di materiali pesanti come il legno, che complicheranno un po’ gli spostamenti in casa. Tuttavia, anche se più pesanti, queste culle sono più durature e potranno essere riutilizzate per i fratellini senza rovinarsi. Le culle in vimini sono molto più leggere, ma anche più delicate.

Sicurezza

Le culle più vendute sono composte da una cesta con base che solitamente è in legno e lati in vimini. Si tratta di materiali resistenti che le rendono molto sicure. Inoltre, devi controllare che ci sia un’adeguata areazione per consentire una corretta traspirazione del piccolo. Ti saranno particolarmente di aiuto le recensioni rilasciate dagli altri genitori, quando acquisti online.

Facilità d’uso e portabilità

È importante che la culla che compri sia facile da usare e che i vari elementi (la cesta, i paramenti, il materasso, le gambe, il tettuccio e la fodera) possano mettersi e togliersi in modo semplice. La culla deve anche essere facile da spostare da una stanza all’altra, affinché il tuo bimbo possa seguirti. Per questa ragione deve avere ruote o manici.

Dimensioni

Devi accertarti che il neonato abbia spazio sufficiente per muoversi all’interno della culla, ma anche che non gli sia possibile sporgersi dai bordi. Inoltre, è interessante conoscere l’altezza della culla compresa di ruote, poiché da questo dipenderà la sua praticità ed adattabilità.
Analogamente, le dimensioni ridotte ti permetteranno di spostare la culla facilmente.

Accessori

Alcune culle includono già tutto il necessario per il comfort del neonato. Ce ne sono alcune con paramenti laterali e altre con baldacchino decorativo. Le culle accessoriate fanno si che tu non debba comprare altri complementi extra. Altrettanto importante che la culla abbia ruote ammortizzate, per evitare fastidi e vibrazioni durante il movimento.

Spostamenti

Se fai parte di una famiglia di viaggiatori e durante i primi mesi di vita del tuo bambino pensi di doverti spostare molto fuori casa, la tua ricerca deve focalizzarsi sulle culle da viaggio, progettate appositamente e con la stessa comodità delle altre opzioni.

Conclusioni

La culla può essere utilizzata nei primi mesi di vita del bebè per aiutarlo ad abituarsi agli ambienti esterni mantenendo il legame con i suoi genitori. In più, è utilissima, nei primi due o tre mesi, per trasmettere al bambino un senso di sicurezza grazie alle sue dimensioni compatte. Riposare in spazi piccoli sviluppa il suo benessere.

Devi tenere conto di alcune misure di sicurezza nell’usare una culla. Ad esempio, se dispone di un sistema a dondolo, devi assicurarti che questo si possa bloccare durante la notte o quando il piccolo è solo, per evitare che si giri e rischi di cadere. In più, devi assicurarti che il neonato non sia troppo grande per la culla o gli risulterà scomoda.

Se questo articolo ti è piaciuto, lasciaci un commento qui sotto e condividilo sui social con i tuoi amici e la tua famiglia.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Famveldman: 53287776/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
25 Voto(i), Media: 4,50 di 5
Loading...